SONRISA PERDIDA

 

0f39239be8301e3bfea6a9e0752ac775.jpg

C’era una volta un nido, ben sistemato tra due guglie del torrione di un castello, in cui vivevano tre Civette.
Non erano sorelle e non avevano memoria di come si fossero ritrovate lì dentro, ma in fondo non importava granché, visto che insieme si facevano compagnia, ridendo e scherzando dalla mattina alla sera.
Si chiamavano Prima, Seconda e Terza, perchè stranamente sapevano contare, ma non conoscevano niente dei nomi, con cui gli umani chiamano se stessi e gli altri. Prima aveva pure una bella gobba, sulla quale permetteva di appollaiarsi Seconda o Terza, quando erano tristi, così che da quella altezza potessero vedere un po’ di più del mondo che le circondava.
Un giorno, mentre Prima sonnecchiava, Seconda le saltò sulla groppa e spingendo lo sguardo assai lontano, le parve di intravedere del movimento tra le onde dell’oceano, che si infrangevano rumorose sulle spiaggia.
Essì, perchè era una giornata tempestosa e le onde erano alte e selvagge.
Subito chiamò Terza, che essendo più giovane, aveva ancora una vista d’aquila e le chiese di dare un’occhiata.
Terza faticò non poco a distinguere uno strano essere dibattersi tra i cavalloni e, curiosa e impavida, decise di svolazzare solitaria avventurandosi fin sulla riva, per vederci chiaro.
Lo stupore fu grande nello scoprire, una volta giunta laggiù, che quella figura assai strana altro non era che una sua simile, una Civetta insomma, anche se non proprio esattamente simile, visto che aveva gli occhi allucinati e un accento sudamericano.
Decise di osservarla da lontano, che si sa, fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio, come le aveva insegnato la saggia Seconda e così fece.
Certo al di là dell’aspetto, strampalata lo era forte, perché mentre rischiava di affogare, continuava a cantare una bizzarra canzone, nella sua lingua sconosciuta e buffa, che chissà per quale miracolo Terza riusciva a comprendere perfettamente.
” Malasuerte canta il tango come nessuna
e in ogni verso mette tutto il cuore.
Di tabacco e malinconia la sua voce profuma.
Le hanno rubato il sorriso,
ma puoi aiutarla a ritrovarlo, con un gesto d’amore.”
Così Terza, che aveva il cuore d’oro e d’argento, decise di aiutarla…
Certo era impensabile poterlo fare da sola, ma era più che sicura di poter contare sulla solidarietà delle altre sue compagne.
Decise di chiamarle e insieme trovare un modo per salvare la Civetta in difficoltà.
“La mia gobba potrebbe esserci utile” esclamò la Prima. 
“Ed io metto a disposizione il mio manico di scopa” disse Seconda.
In men che non si dica, Seconda abbracciato il suo manico di scopa salì sulla gobba di Prima, trascinandosi dietroTerza, che loro erano magre e slanciate e la gobba le reggeva benissimo.
Prima partì in prima, poi ingranata la seconda decollò meglio di un F14, quindi Seconda e Terza ingranarono la quarta e poi la quinta.
A quel punto erano diventate un tutto uno, sembravano un razzo che nemmeno VonBraun se lo sarebbe mai sognato e, alla velocità della luce… con un tremendo splash finirono tutte in acqua, proprio sulla pancia  della clandestina Malasuerte che, ripresasi dal botto  esclamò “y estas locas de donde salen?” ( e queste pazze da dove arrivano?) e intanto se la rideva a crepapelle cantando a squarciagola.

Ahimè il salvataggio non era proprio andato a buon fine, ma di sicuro erano riuscite a far ritrovare il sorriso alla  nuova amica, che subito decise di rimanere con loro per sempre, perchè le trovava simpatiche e assai divertenti.
Da allora le Quattro sono diventate inseparabili.
Tutti le conoscono come le 4 Civette 4, molto diverse tra di loro, parecchio eccentriche e fuori di testa, ma con un unico denominatore in comune, la grandissima voglia di sorridere e far sorridere.
E così vissero tutte insieme, felici e contente, nello stesso nido.

 

http://trecivettesulcomo.myblog.it/media/00/02/05f3c36244cf20c94ff830d08ffebfa2.mp3

 

Grazie a Notimetolose   per averci prestato la sua voce. 

 

 

Con questo post abbiamo voluto aderire  all’iniziativa che vuole sostenere la lotta al Neuroblastoma, il tumore dell’infanzia che rappresenta la prima causa di morte in età prescolare.
Un piccolo gesto destinato a qualcosa di grande. Maggiori dettagli cliccando sul banner in alto a sinistra.

 

SONRISA PERDIDAultima modifica: 2008-01-30T15:20:00+00:00da laprimacivetta
Reposta per primo quest’articolo

62 pensieri su “SONRISA PERDIDA

  1. Encomiabile :-)……. fra tante chiacchiere e distintivo è giusto pensare anche a chi sorride poco….. avete tutto il mio appoggio 🙂

  2. beh… grande tocco dell’onoraria… si nota molto il suo grande e fondamentale intervento in questa storia!!!! 😀

  3. mi associo all’iniziativa, e mi attiverò x sostenere l’iniziativa…
    ma caro Gufo se non era x la seconda che andava a recuperarla ancora li fra le onde a cantare stava, ma non poteva arrivare in barca come tutti gli stracomunitari…-:)

  4. Oggi non è Natale, ma siamo tutte più buone lo stesso :-). Perciò onore e merito a tutte e 4! 🙂
    Ma la vera artefice di tutto è stata Terza, è giusto che si sappia, poi le altre hanno collaborato, ognuna a modo proprio…Prima, alla fine ci ha messo la gobba, anche se ancora non lo sa:-)))))

  5. io ho solo letto a dire il vero, siete deliziose e siete le mie sfigatcivetsist!! è proprio bello. bravissime. grazie per avermi “recuperata”. vi abbraccio sorridendo 😉

  6. Abbiamo un cuore d’oro, praticamente ti abbiamo tolto dalla strada (vd.lampionessa) e ….buttata in mare …:-D

  7. ah ecco cos’é quel ronzio quando accedo al blog, è l’onoraria che canta, ed io che davo la colpa al pc, ora tutto a posto .. buona giornata civette-:)

  8. Ciao Barbino, vista l’onda lunga della bontà, che durerà finché ci sarà il post…un bel SORRISO con tutta la dentiera scintillante, che per oggi l’ho fregata alla Prima, tutto per te. 🙂

  9. Oppovero! Serve antidolorifico? Che ne sò, una bella martellata, data con Affetto, può addormentare per benino sai 🙂 Ma no, ma no, suvvia, che stavo scherzando :-))))

  10. Ma ciao a tutti!!!!! Scusate se posto poco ma non sono sempre al posto….. Tutto bene? La prima che fine fece?

  11. io canterei male dunque? beh, ne parleremo. e poi fate le buonine per poi dire quello che veramente pensate. non c’è più religione. vado a suicidarmi, ecco 🙂

  12. Allora MALASUERTE decidi, o vai a suicidarti o vai a lavorare. Ah, per te è la stessa cosa? Abbiamo capito adesso perchè non fai una fava da mane a sera!!! 🙂

  13. Mala non ci provare, abbiamo la gobba infortunata e il manico in manutenzione , canta pure, anzi creiamo un gruppo, la civsisterband !

  14. Terza, a proposito, a che punto è il mio manico? Sei sicura che possano aggiustarmelo? Ma tu guarda se per fare una buona azione, poi una si ritrova con il manico rotto…che io senza manico non riesco a suonare!

  15. ecco ci manca pure un band musicale per allietare le giornate noiose, però visto che avete una voce cosi soave tra di voi, provare non costa niente, se vi serve un manager x piazzare concerti contate su di me….
    .Gufo non ti piacciono le Fave, strappazzate con le uova sono una goduria-:)

  16. Ho trovato un bravo tecnico secondina,pensa tempo fa sistemò il naso a Pinocchio, se non è bravo lui…Sfigas sai che ti ci vedo come batterista del gruppo? Sei, sarai la nostra Franz Di Cioccio del gruppo 😀

  17. Benissimo un barbamanager, successo assicurato quindi..Ci mancherebbe il contabile….Lo abbiamo !!!

  18. Grazie Cara, non dubitavo. Che una scopa senza manico non serve proprio a nulla! E alla Stracomunitaria cosa facciamo suonare? Il bongo? :-))))

  19. Carissime civette, ho letto la vostra storia che mi è piaciuta moltissimo e mi è piaciuto molto anche il disegno in alto dove telefonate, bevete e vi date alle pulizie. Penso proprio che potremmo diventare grandissime amiche, così potremo anche ridere un po’ insieme. Anche il mio babbo vi apprezza moltissimo e mi ha parlato molto bene di Voi, anche se devo dire che siete un po’ pazzerelle 🙂
    Quasi quasi vengo anch’io a trovarvi nel vostro castello, così mi farete un po’ volare insieme a Voi.
    Alessandra
    P.S. Ma la civetta stracomunitaria si è poi ripresa completamente? 😉

  20. Uhm…. Cara Alessandra, dire pazzerelle è poco. Direi che , ormai, sono irrecuperabili. Per la Stracomunitaria dubito si sia ripresa completamente. Si narra che si sente spesso un buco nello stomaco dovuto forse dall’impatto delle 3 civette fuori di testa. 😉
    Buon Fine settimana a tutti 🙂

  21. Con il corollario finale mi avete spiazzata. Ero pronta a fare un commento acido sul fatto che ormai siate diventate autocelebrative e più fuori di testa del solito e voi ve ne uscite con un finale così serio. Allora ritiro tutto (tanto l’ho detto comunque…) e vado a cliccare sul banner.Baci sparsi.

  22. Carissima Ale vieni a trovarci quando vuoi, una volta riparato il manico di scopa di sfigas, voli a gratis per grandi e piccini 🙂

  23. Cioè non ho capito, siamo in pieno regime comunista? Della serie quello che è mio è di tutti? Giù le mani dal mio manico di scopa, a gratis un paio di ciufoli!!! Vorrei ricordarti che abbiamo ancora dieci anni di mutuo da pagare per il nido e che a sgobbare siamo solo in due! Vero Malasuerte? Vero Gobba?
    P.S. Però solo per te, Alessandra, faccio una eccezione, un intero giro panoramico, alla velocità della luce :-)))

  24. Per i 10 anni di mutuo non dare la colpa a me , ma prenditela con quel tasso lì , si esatto proprio quello 😀

  25. Sempre stati sulle balle i tassi, a partire dal Torquato per arrivare a quelli di interesse, passando attraverso animali tozzi e conifere baccate. Insomma uno cerca un tasso e non sa cosa trova. Un minimo di identità sessuale sarebbe normale o no? :-))))

  26. ma viviamo in un era dove ormai si perdono le identità, e di tasso in tasso, non si sa dove si finisce.. brava Ale, bella voce e attenta che il manico di scopa di seconda e alquanto bizzarro.-:)

  27. BARBA che ne sai tu del mio manico di scopa? Forse che l’hai usato a mia insaputa????:-) che io non mi permetterei mai con il tuo. Ecco!

  28. No, no Civetta ci cova un tasso!!!! Ora bisogna andare a fondo del manico di scopa!!!! Le tasse? Opperilmiomanicodiscopa, tutte inzoccolate quelle!

  29. non mi permetterei seconda, lo uso solo col tuo consenso e con liberatoria firmata sull’utilizzo dei dati personali e sensibili secondo la legge ..-:)

  30. Ehi ehi…… le tasse lasciatele tutte a me che ci penso io a curarle a dovere :-)))…. Corrono voci strane sul manico della scopa di Seconda……… Pare che per andare così veloce sia stato inserito un motore della Ferrari….. ma le vibrazioni hanno fatto sì che si rompesse…. quando lo ritirerai dal manitecnico?

  31. Ok punto gufo ad ognuno il suo, a te le tasse a noi i tassi , sul manico di scopa della secondina c’è una imprecisione , non ha un motore ferrari ma funziona col Ferrari (brut) 😀

  32. Ecco perchè sotto il Vs. nido ci sono dei vuoti di magnum Ferrari…… ed io che pensavo a festini vari….. chiedo venia per i miei pensieri imperfetti 😀

  33. attenzione a non manipolarlo troppo quel manico altrimenti ci troviamo tutti con la gobba, se troviamo la seconda che si è appena scolata un bottiglia di (carburante) brut..-)

  34. Perdoniamo i suoi pensieri imperfetti (sempre che li capisca io ), ma come vede noi sposiamo solo nobili cause 😛

I commenti sono chiusi.